Istituto Casimiri, un progetto per dire “no” alla violenza contro le donne

Venerdì 24 novembre le classi 2A e 2C del liceo scientifico “Casimiri” hanno partecipato presso la sala consiliare del Comune di Gualdo Tadino alla presentazione del progetto di impegno civico dedicato alla prevenzione di forme discriminatorie nei confronti del genere femminile.

Il progetto è nato in collaborazione con il Lions Club, che porta avanti con l’istituto una sinergia finalizzata alla realizzazione di percorsi legati all’educazione civica, mettendo a disposizione professionisti operanti in diversi settori.

Il progetto, patrocinato dal Comune di Gualdo Tadino e inserito nell’ambito delle iniziative promosse per la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, ha avuto il plauso del sindaco Massimiliano Presciutti, che è intervenuto sottolineando l’importanza del coinvolgimento degli studenti per riflettere su tematiche di stringente attualità, affinché i giovani possano sentirsi protagonisti del presente e del futuro.

Durante la presentazione sono intervenute la dottoressa Luigina Matteucci, che ha curato e gestito i rapporti tra il club e la scuola per l’elaborazione del progetto, l’assessore Jada Commodi, l’avvocato Daria Grilli e la psicologa Michela Forconi, che lavoreranno con gli studenti ed i docenti durante il percorso; presenti anche i responsabili dei Servizi sociali comunali.

La professoressa Silvia Natalini, referente dell’Istituto “Casimiri” per l’insegnamento di educazione civica, ha ringraziato per la collaborazione il Lions e il Comune mettendo in evidenza l’importanza della sinergia delle varie associazioni ed istituzioni per la formazione degli studenti e sottolineando come l’insegnamento dell’educazione civica abbia proprio la finalità di promuovere  l’acquisizione di quelle competenze (pensiero critico, creatività, consapevolezza sociale e personale) che sono strumenti essenziali per contrastare ogni forma di violenza, ingiustizia e discriminazione.

Sotto la supervisione dei docenti convolti nel progetto, Caterina Calabresi, Nadia Tittarelli e Matteo Palazzoni, gli studenti produrranno  opere ed elaborati in diverse forme artistiche e letterarie con successiva diffusione  e restituzione pubblica in un evento conclusivo, che vedrà dialogare studenti ed esperti sul tema, sia in occasione dell’incontro con la scrittrice Viola Ardone, già programmato dall’Istituto per il 7 marzo 2024, sia il giorno successivo 8 marzo in occasione della Festa della donna.

Articolo precedenteAbbattuti gli alberi di via XXIV Maggio, gli ambientalisti annunciano battaglia legale
Articolo successivoSaluto dell’amministrazione comunale al Maggiore dell’Aeronautica Emanuele Fumanti
Avatar photo
Gualdo News è il nuovo portale di informazione 2.0 della città di Gualdo Tadino.