Vicenda Saxa Gualdo, il Pd attacca il centrodestra: “Misera speculazione politica”

Continua a tenere banco a Gualdo Tadino la vicenda della Saxa Gualdo, i cui lavoratori da circa un anno e mezzo si trovano in cassa integrazione, che terminerà il prossimo 31 dicembre, con il futuro dell’azienda che appare con molte nubi.

Sulla vicenda erano intervenuti giovedì scorso i gruppi di opposizione di centrodestra con un ampio comunicato, nel quale hanno anche attaccato l’amministrazione comunale colpevole, a loro giudizio, di essere rimasta silente e di aver scaricato responsabilità sulla Regione Umbria.

Non è tardata ad arrivare la risposta del Partito Democratico di Gualdo Tadino che parla di misera speculazione politica sulla pelle dei lavoratori ed in barba alla loro sofferenza”.

Per il Pd la realtà è un’altra: “Tutti sanno, e anche loro dovrebbero sapere – scrivono i Dem in una nota – che l’Amministrazione Comunale, oltre a segnalare le varie criticità, non può intervenire direttamente sulla vicenda. Contrariamente il governo regionale ha il dovere non solo di attenzionare la situazione, ma di contattare i vertici governativi nazionali, come già promesso dall’Assessore Regionale Fioroni, il quale ha redarguito il sindaco Presciutti, reo di aver dimostrato attenzione in merito, ricordando che “il corretto funzionamento delle istituzioni richiede serietà e rispetto del ruolo che ogni Ente ha”.”

“Tutto giusto, ci mancherebbe – prosegue il Pd – peccato che nella realtà dei fatti le parole sono rimaste tali e i due tavoli di crisi, convocati a marzo ed agosto, non hanno portato a nessun risultato, se non il perdurare di questo stallo straziante.”

Per il partito del sindaco Presciutti ci sono state promesse cadute nel dimenticatoio, come quella di organizzare un tavolo congiunto con il ministro Giorgetti e allo stesso tempo tira in ballo il vicepresidente della Regione, l’ex sindaco di Gualdo Tadino Roberto Morroni, chiedendo quale sia il suo interessamento per futuro dell’azienda “considerando il suo ruolo tutt’altro che secondario”.

Resta quindi da capire quali siano le responsabilità dell’Amministrazione Comunale rispetto a quelle del governo regionale, che in questi mesi non è riuscito ad apportare alcun contributo alla vicenda, pur nell’evidente affinità politica con il governo nazionale. Da parte nostra – conclude il Partito Democratico di Gualdo Tadino – abbiamo dimostrato massimo impegno e serietà, evitando, come spesso purtroppo accade, di apporre inutili bandierine politiche. Quello che i cittadini si aspettano è ben altro, vale a dire risposte concrete alle esigenze dei lavoratori e delle proprie famiglie da parte di chi ne è deputato.”

Articolo precedentePolo intermodale piazzale Beato Angelo, approvato il progetto
Articolo successivoRaffica di furti a Gualdo Tadino, il centrodestra: “Amministrazione silente”
Avatar photo
Gualdo News è il nuovo portale di informazione 2.0 della città di Gualdo Tadino.