Settecentenario del Beato Angelo, il punto della situazione del Comitato organizzatore

Il 2024 sarà un anno segnato dalle ricorrenze legate al settecentenario della morte del Beato Angelo, patrono della città di Gualdo Tadino. Una conferenza stampa indetta questa mattina dal Comitato che si è costituito per organizzare tutti i festeggiamenti, ha voluto fare il punto della situazione facendo intervenire anche i vari rappresentanti delle tante iniziative che dureranno per tutto l’anno.

Carlo Catanossi, presidente del Comitato, ha introdotto l’incontro con la stampa mostrando la bolla pontificia (clicca qui per scaricare) e la lettera del Penitenziere Maggiore del Vaticano, Cardinale Mauro Piacenza (clicca qui per scaricare), con la quale si annunciano le indulgenza plenarie. Il Cardinale Piacenza impartirà, al termine della Santa Messa del 15 gennaio, la benedizione apostolica in nome del papa con la prima indulgenza plenaria. Dal 14 gennaio 2024 al 15 gennaio 2025 la bolla papale concederà l’indulgenza a partire dall’occasione dell’apertura della terza porta della Concattedrale di San Benedetto, che avverrà alle ore 18 del 14 gennaio 2024.

La bolla pontificia

“Lo stile che è stato scelto è stato ed è quello della condivisione e della partecipazione – ha detto Catanossi – Tante le persone, insieme a diverse realtà associative e istituzionali, che si stanno adoperando affinché l’anno del centenario sia un anno di grazia, ma anche un Anno di gioia e di festa. Molte le persone che ci stanno aiutando economicamente, anche con somme piccole, ma altamente simboliche”.

Catanossi ha annunciato il patrocinio della Giunta e dell’Assemblea legislativa dell’Umbria: “La Regione contribuirà anche economicamente con una cifra che al momento non sappiamo e questo ci fa molto piacere. La coralità dell’impegno dice quanto sia grande l’affetto e la devozione al Beato e quante risorse vive abbia la nostra città. Ringrazio l’amministrazione comunale che sta dando un supporto forte non solo dal punto di vista economico, ma anche organizzativo e il sostegno e tutti coloro che stanno dando il loro contributo alla causa”.

Durante la conferenza stampa è stato dato spazio a chi sta organizzando alcuni dei tanti eventi in programma, come il Club Alpino Italiano, la Pro Loco Biancospino, il Rotary, il coregista del musical Ali d’Angelo Lorenzo Evangelisti, le insegnanti Pamela Pennacchioli e Paola Gramaccia e il priore di Porta San Donato Alessandro Cesaretti, che hanno anticipato qualcosa delle proprie iniziative.

Un’edizione “speciale” della tradizionale fiaccolata del 14 gennaio; la storia del Beato Angelo portata in scena sotto forma di musical (per il quale è prevista un’apposita conferenza stampa il prossimo 3 gennaio); iniziative che vedranno protagonisti i bambini e i ragazzi dei vari istituti scolastici della città; la ristrutturazione dell’eremo del Beato Angelo e dell’area che lo circonda; la messa in scena, da parte di Porta San Donato, del Pastore Eremita, rappresentazione teatrale di Brunello Troni che risale al 1961. Queste sono solo alcune delle iniziative che vedranno la luce a partire dal prossimo mese.

Emblematico l’intervento del parroco don Michele Zullato, che ha parlato della processione con il corpo del Beato Angelo per le vie della città, ma che ha anche invitato tutti i gualdesi all’unità per questa occasione: “Dobbiamo lavorare insieme e per far questo ci vuole un cambio di mentalità drastico in questa città in cui vedo troppe scintille. Lavoreremo affinché sia la festa di tutti, nessuno escluso”.

“Ringrazio tutti coloro che in questi mesi si sono adoperati e stanno lavorando intensamente a questo evento speciale per la nostra città – ha detto il sindaco di Gualdo Tadino, Massimiliano Presciutti – Se oggi qui sono state presentate tante iniziative è perché si è collaborato insieme e questa è la cosa più importante. Il 2024 sarà un anno straordinario per la nostra città, vivremo giorni irripetibili sotto tanti punti di vista e per questo mi auguro che ci sia uno spirito speciale. Stiamo ragionando anche sul Premio Beato Angelo, su quale orario e location scegliere per questa occasione particolare”.

Ecco un riassunto delle iniziative in corso di organizzazione, divise per aree tematiche.

Iniziative culturali
– Mostra sul pittore umbro Ulisse Ribustini (autore dei decori della Cattedrale di San Benedetto – aprile/maggio.
– Mostra “Gli arredi del cielo sugli ori sacri del territorio” – data da definire
– Convegno sul monachesimo benedettino in Umbria – giugno
– Mostra fotografica sull’iconografia storica – luglio/agosto

Iniziative musicali
– Concerto della corale Casimiri – febbraio 2024

Iniziative teatrali
– Musical Ali D’Angelo – dal 15 al 21 gennaio
– Rappresentazione teatrale di artisti gualdesi – marzo/aprile
– Il Pastore Eremita (a cura della Porta di San Donato) – marzo/aprile

Iniziative ambientali
– Realizzazione itinerari sentieri dei monaci medievali – giugno
– Realizzazione sentieri dei pellegrini sulla via Flaminia – luglio
– Ristrutturazione della chiesa di Valsorda – agosto
– Dedicazione del rifugio Rocchetta al Patrono e Statua celebrativa – maggio
– Ristrutturazione dell’eremo e recupero affreschi quattrocenteschi – da gennaio a dicembre

Iniziative scolastiche
– Progetto per ragazzi dell’istituto comprensivo sulla vita del beato Angelo – fino ad ottobre
– Progetto comunicazione nuove tecnologie scuole superiori – da maggio a ottobre

Iniziative religiose
– Apertura della Porta Santa con indulgenza plenaria per tutto l’anno – dal 14 gennaio 2024 al 15 gennaio 2025
– Presenza del cardinale Mauro Piacenza, penitenziere maggiore – 15 gennaio 2024

Iniziative Amministrazione Comunale
– Premio Beato Angelo

Articolo precedenteGubbio, trovato morto nella Gola del Bottaccione. Da una settimana era scomparso da Rimini
Articolo successivoFossato di Vico, don Epicoco presenta il suo ultimo libro al circolo Acli “Ora et Labora”
Avatar photo
Gualdo News è il nuovo portale di informazione 2.0 della città di Gualdo Tadino.