Un Premio Beato Angelo speciale: la comunità gualdese a sostegno dei bambini di Gaza

Il Premio Beato Angelo 2024 non verrà assegnato a una persona o a un’associazione, come sempre fatto sin dalla sua istituzione, ma sarà la comunità nel suo insieme che darà un sostegno concreto, attraverso raccolte fondi, a due strutture, a Betlemme e a Gaza, che si occupano di assistenza ai bambini che si trovano a vivere in un terribile scenario di guerra.

Lo ha deciso l’amministrazione comunale di Gualdo Tadino, di concerto con la Diocesi di Assisi-Nocera Umbra-Gualdo Tadino e con il Comitato organizzatore degli eventi, in occasione dei 700 anni dalla morte del patrono a cui è intitolato il premio che, tradizionalmente, è stato sempre assegnato a chi, gualdese, si è messo in evidenza nel proprio ambito dando lustro alla città.

Il 2024 è un anno storico per la città di Gualdo Tadino – ha spiegato il sindaco Massimiliano Presciutti Per questo motivo anche il premio Beato Angelo quest’anno sarà differente e sarà un evento straordinario, prendendo un impegno verso la comunità. Tutte le iniziative che si faranno durante l’anno da parte sia del Comitato che delle associazioni che parteciperanno attivamente, saranno destinate a un’azione concreta di sostegno per due strutture in Terra Santa che si occupano dell’assistenza dei bambini che vivono la guerra purtroppo come orrore quotidiano.”

Il 15 gennaio verrà consegnata al Cardinale Mauro Piacenza, Penitenziere Maggiore della Santa Sede che presiederà la solenne concelebrazione nella basilica di San Benedetto, una pergamena a triplice firma (del sindaco, del vescovo e del presidente del comitato organizzatore) dove viene sancito questo impegno che, alla fine dell’anno giubilare, sarà portato all’attenzione di Papa Francesco il quale, probabilmente, riceverà in udienza privata i promotori dell’iniziativa.

L’amministrazione comunale, tramite il Prefetto di Perugia Armando Gradone, ha inoltre ricevuto una risposta da parte del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella all’invito ad essere presente il 15 gennaio. Pur non potendo partecipare, il Capo dello Stato ha mostrato sincero apprezzamento per lo spirito con cui la comunità gualdese sta celebrando il suo patrono.

Come comunità gli invieremo ugualmente un riconoscimento speciale per il suo grande impegno profuso per favorire la pace, lo spirito di comunità e la convivenza fra i popoli, invitandolo a venire a Gualdo Tadino in occasione delle celebrazioni del prossimo 1 settembre quando il corpo del Beato Angelo sarà portato in processione per le vie della città”, ha concluso il sindaco Presciutti.

Articolo precedenteIl medico del Consultorio è in pensione, il sindaco di Gualdo Tadino chiede di intervenire
Articolo successivoRestaurato il crocifisso vandalizzato della chiesa di San Donato
Avatar photo
Gualdo News è il nuovo portale di informazione 2.0 della città di Gualdo Tadino.