Pietre d’inciampo in ricordo di Mendichi e Tacchi, Gualdo Tadino celebra il Giorno della Memoria

Per commemorare i diciotto gualdesi che hanno perso la vita nei campi di concentramento e di prigionia nazisti durante la seconda guerra mondiale, in occasione del 27 gennaio, Giorno della Memoria, l’amministrazione comunale di Gualdo Tadino proseguirà il progetto “Pietre d’inciampo” iniziato quattro anni fa.

Inizialmente furono collocate le prime pietre dinanzi l’abitazione dei fratelli Filippetti, che persero la vita nei lager, per proseguire negli anni successivi nelle vie della frazione di Palazzo Mancinelli, davanti alle abitazioni di Nello Saltutti e Silvio Biscontini, mentre dal 2022 Piazza Soprammuro è diventato il luogo simbolo della memoria, con la collocazione di altre due pietre d’inciampo nel ricordo di Secondo Bazzucchi e Germano Gaudenzi e altrettante lo scorso anno in memoria di Francesco Stella e Antonio Provvedi.

Quest’anno ad essere ricordati saranno Nello Mendichi e Secondo Tacchi, per i quali verranno incastonate due pietre sempre in Piazza Soprammuro.

Nello Mendichi era nato il 25 settembre 1923 a Gualdo Tadino. Era un soldato del 65° Reggimento Fanteria Piacenza e, a causa di malattia, morì in Germania, nel campo di concentramento di Heppenheim, l’11 novembre 1944.

Secondo Tacchi, nato il 14 aprile 1920, soldato del 3° Reggimento Fanteria Piemonte, è deceduto, anche lui a causa di malattia, nel campo di concentramento polacco di Wustegiersdorf il primo febbraio 1944.

Queste notizie sono state raccolte dall’archivio personale dello scomparso Fabbrizio Bicchielli e Mauro Guidubaldi con la collaborazione di Daniele Amoni, che il Comune di Gualdo Tadino ha voluto ringraziare per le ricerche condotte nel corso degli anni sui gualdesi morti o tornati in Patria durante la Prima e la Seconda guerra mondiale.

Sabato prossimo ricorderemo le memorie dei gualdesi Nello Mendichi e Secondo Tacchi. A tale proposito voglio ringraziare Mauro Guidubaldi, che ha contribuito significativamente in tutti questi anni alla ricerca dei nominativi da commemorare, portando avanti i rapporti con i familiari e svolgendo un ruolo determinante per la riuscita della cerimonia, e la collaborazione preziosa di Daniele Amoni e del compianto Fabbrizio Bicchielli. Quest’anno riflettere sui temi dello Shoa risulta ancora più importante vista anche la difficile situazione internazionale che stiamo vivendo – ha detto il sindaco Massimiliano PresciuttiEvidentemente la storia non ci ha ancora insegnato tutto, stante il terribile proliferare di conflitti in tante parti del mondo, che mietono quotidianamente vittime innocenti. Il 27 gennaio sia pertanto non solo una giornata di memoria, ma anche di forte impegno per ricominciare dal basso a ricostruire la pace.”

La cerimonia ufficiale di Pietre d’Inciampo 2024 a Gualdo Tadino si svolgerà sabato 27 gennaio alle 11.30 in Piazza Soprammuro, con la presenza delle istituzioni, dei familiari delle vittime e del parroco don Franco Berrettini che benedirà le pietre alla memoria di Nello Mendichi e Secondo Tacchi.

Le iniziative a Gualdo Tadino in occasione del Giorno della Memoria saranno molteplici e si svolgeranno anche in altri giorni oltre al 27 gennaio.

Lunedì 29 gennaio alle ore 12, presso il teatro Don Bosco di Gualdo Tadino, la compagnia teatrale “Arte e Dintorni” metterà in scena per gli studenti delle quinte classi dell’Istituto Casimiri l’atto unico “Un eroe da conoscere”, dedicato alla figura di don David Berrettini, sacerdote gualdese parroco di Marischio (frazione di Fabriano) barbaramente ucciso dai nazisti nel 1944 dopo che si era consegnato in cambio della liberazione di 23 ostaggi. Lo spettacolo, a ingresso gratuito per la cittadinanza, vedrà nei panni di don David l’attore gualdese Giovanni Biscontini per la regia di Marco Panfili, ed è tratto dal testo teatrale dell’autore jesino Vittorio Graziosi, docente di scrittura creativa, sceneggiatore, nonché biografo ufficiale del partigiano Pietro Capannini.

A conclusione dello spettacolo, seguirà una riflessione del professor Gianni Paoletti, docente di storia e filosofia dell’Istituto “Casimiri”, sulle stragi naziste in Italia e sul contesto in cui queste vennero perpetrate.

L’Istituto Comprensivo di Gualdo Tadino, invece, sempre al teatro Don Bosco, durante le mattinate del 6 e 7 febbraio porterà tutte le classi della Scuola Secondaria di I grado a vedere il film “Wonder – White Bird”, che narra la storia di una giovane ragazza ebrea nascosta da un ragazzo e dalla sua famiglia nella Francia occupata dai nazisti durante la seconda guerra mondiale.

PROGRAMMA COMPLETO

SABATO 27 Gennaio
Ore 11.30 – Piazza Soprammuro
Ritrovo di fronte al luogo di apposizione delle Pietre d’Inciampo 2023 in memoria di Nello Mendichi e Secondo Tacchi
Ore 11.45 – Saluto delle Istituzioni
A Seguire benedizione delle Pietre d’Inciampo e minuto di raccoglimento in ricordo delle vittime.

LUNEDI’ 29 Gennaio
Ore 12 – Teatro Don Bosco
Spettacolo teatrale “Un eroe da conoscere. Storia di Don Davide Berrettini” con Giovanni Biscontini – Regia di Marco Panfili – Testo di Vittorio Graziosi, ispirato dal libro “Uno eroe da conoscere” di Valerio Anderlini – Al termine riflessione del professor Gianni Paoletti sulle stragi naziste in Italia

6-7 Febbraio
Teatro Don Bosco
Proiezione del film “Wonder – White Bird” per gli studenti della Scuola Secondaria di I grado di Gualdo Tadino

Articolo precedenteGianni Bettelli: l’addio a un gualdese eclettico con il cuore a metà tra Toscana e Umbria
Articolo successivoArriva in Irpinia “L’Ultima Crociata”, l’installazione neopop da Guinness di Piergiuseppe Pesce
Avatar photo
Gualdo News è il nuovo portale di informazione 2.0 della città di Gualdo Tadino.