“Mio fratello, deportato in un campo di concentramento”, il racconto agli studenti di Nocera

All’Istituto “Sigismondi” di Nocera Umbra si è svolto un toccante incontro degli studenti del Liceo delle Scienze Umane e dell’ITI con la signora Maria Pizzoni, sorella di Franco Pizzoni, giovane folignate catturato durante la Resistenza, nel periodo della seconda guerra mondiale, e deportato nel campo di concentramento di Mauthausen, in Austria, dove morì insieme a tanti altri prigionieri.

L’attività, organizzata per celebrare ulteriormente il Giorno della Memoria, è stata intensamente vissuta da tutti gli studenti, che, emozionati e molto coinvolti, hanno rivolto tante domande alla signora Maria, riguardanti il suo vissuto e quello della sua famiglia.

Maria, con gli occhi lucidi ma vivi, ha raccontato momenti carichi di significato e di emozione, che hanno spaziato tra le vicende del periodo bellico e la condizione umana e sociale delle famiglie del territorio folignate.

L’incontro è stato vissuto dai giovani studenti con molta attenzione, consapevoli di essere di fronte ad una persona testimone della memoria viva di un periodo orribile della nostra storia.

La signora Maria è stata omaggiata con un bouquet di rose rosse donate dagli studenti per ringraziarla della bellissima e unica esperienza vissuta.

Articolo precedenteNocera Umbra ha festeggiato i 103 anni di nonna Chiara
Articolo successivoOpen day per chi soffre di mal di testa. A Sigillo sabato 10 febbraio doppio consulto medico
Avatar photo
Gualdo News è il nuovo portale di informazione 2.0 della città di Gualdo Tadino.