Educare alla Vita Buona, tanti progetti per il territorio di Gualdo Tadino

Pubblicità

Torna domani, domenica 27 gennaio, la festa in onore di Don Bosco, promossa dall’associazione Educare alla Vita Buona che dal 2011 si prende cura dell’oratorio e del cinema-teatro dopo la partenza dei salesiani da Gualdo Tadino.

Sarà una giornata importante (celebrata nella domenica di gennaio più vicina al 31, giorno della morte del Santo dei Giovani) in cui, nel corso dell’assemblea che si terrà alla sala multimediale dell’oratorio subito dopo la messa celebrata in cattedrale dal vescovo diocesano Domenico Sorrentino, verranno illustrati ai soci di “Educare alla Vita Buona” lo stato dei diversi progetti sia in corso di attuazione che di prossima partenza.

Tra questi spicca quello dal titolo “Relazioni ed Eccellenze educative sul territorio” (Rete!), di cui  Educare alla Vita Buona è capofila e che vede la collaborazione del Comune di Gualdo Tadino, degli Istituto Comprensivi di Gualdo Tadino, Nocera Umbra e Sigillo, del Dipartimento di Fisica e Geologia dell’Università degli Studi di Perugia, del Post (Museo della Scienza di Perugia) e di altre associazioni del territorio. “RETE!”  è risultato uno dei due progetti umbri approvati e finanziati (per un importo di 500mila euro), nell’ambito del Bando “Nuove Generazioni”, dalla Fondazione “Con i Bambini – Impresa Sociale” costituita nel 2016 per attuare i programmi del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile.

Altri 200mila euro saranno disponibili grazie al progetto “WeLfare comunitario sul TeRritorio ed Eccellenza Educativa”, che vede come capofila la cooperativa Asad, finanziato dalla Fondazione Cassa di risparmio di Perugia e che prevede anche interventi nelle strutture dell’oratorio. Dopo lo stanziamento di 60mila euro da parte di Rocchetta SpA per la realizzazione di una serie di opere indispensabili sotto il profilo della sicurezza, dell’impiantistica e della fruizione per i diversamente abili, adesso sarà possibile allestire, nell’arco di 24 mesi, un laboratorio/sala di registrazione per attività musicali e teatrali all’oratorio e al cinema-teatro Don Bosco di Gualdo Tadino, oltre a realizzare un coworking che punta a diventare un incubatore di idee e di iniziative d’impresa (Hub) recuperando i locali dell’ex carcere di Gualdo Tadino.
Alla giornata saranno presenti il sindaco di Gualdo Tadino, Massimiliano Presciutti, il vescovo diocesano Domenico Sorrentino, la dirigenza della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia e di Rocchetta Spa e la presidente della Coop Asad.