Collaborazione tra Polizia di Stato e Locale, a Gualdo Tadino il progetto “Borghi sicuri”

Prende forma il progetto “Borghi Sicuri”, che vede una stretta collaborazione tra la Questura di Perugia e i Comandi di Polizia Locale.

In questi giorni è toccato anche a Gualdo Tadino e agli altri comuni del servizio associato, Fossato di Vico, Sigillo e Costacciaro, essere protagonisti dei controlli previsti da questa iniziativa, con pattuglie della Polizia di Stato affiancate da quelle della Polizia locale che hanno presidiato i territori da Gualdo Tadino a Costacciaro. Il progetto è coordinato anche con le pattuglie dei carabinieri della Compagnia di Gubbio in servizio in questi territori.

Sono state cinque le pattuglie della Polizia di Stato, legate soprattutto al reparto prevenzione crimine di Umbria-Marche ad essere state affiancate da due del comando del servizio associato di Polizia locale gualdese. Progetto logicamente coordinato anche con le pattuglie dei carabinieri della Compagnia di Gubbio-Gualdo Tadino in servizio in questi territori.

“Borghi sicuri” è un progetto fortemente voluto dal Questore di Perugia Giuseppe Bellassai e procede senza sosta in tutta la provincia. La Questura di Perugia, attraverso questo progetto, ha rafforzato i servizi, incrementando l’impiego di uomini e mezzi in territori come quello gualdese.

Le pattuglie hanno effettuato numerosi posti di controllo e azioni di prossimità verso i cittadini che hanno avuto la presenza della Polizia di Stato anche nelle zone geograficamente più decentrate rispetto ai capoluoghi.

Il progetto “Borghi Sicuri” prevede la rotazione sistematica dei controlli nelle aree territoriali più sensibili e presso i comuni, spesso ritenuti come “zone di frontiera”, individuati grazie alla costante analisi della Divisione Anticrimine.

La capillarità e la prossimità del progetto “Borghi Sicuri” proseguirà per l’intera estate con la Questura di Perugia che punta ad un ulteriore abbassamento degli indici di criminalità delle aree cittadine, dei territori limitrofi e di quelli più periferici della provincia.

“La nostra Amministrazione – ha detto il sindaco di Gualdo Tadino Massimiliano Presciuttiè da sempre attenta al tema della sicurezza e del controllo del territorio, dunque siamo molto felici che il progetto “Borghi Sicuri” sia approdato anche qui da noi. Ringrazio fortemente il Questore di Perugia Giuseppe Bellassai che ha promosso l’iniziativa, che mette in collaborazione Polizia di Stato e Polizia Locale attraverso una maggiore presenza sul territorio e con interventi sempre più efficienti ed efficaci nei vari settori di competenza. A questo proposito la scelta fatta tempo fa di unire le forze tra i Comuni della Fascia Appenninica con la creazione di un Comando Unico si è rivelata vincente e sta dando i suoi frutti”.

Articolo precedenteTorna venerdì 8 luglio a Valsorda la “Festa del Cuore”
Articolo successivoA Fossato di Vico la mostra “Era Nostra”, spazi medievali contaminati dalla contemporaneità
Gualdo News è il nuovo portale di informazione 2.0 della città di Gualdo Tadino.