Parola d’ordine “SMART”: i nuovi lavori digitali secondo l’azienda gualdese Slope

Pandemia, chiusure e crescita dello smart working. Quanto accaduto negli ultimi due anni ha velocizzato la digitalizzazione dei processi in molti settori, dalle vendite al dettaglio fino al mondo dell’ospitalità. In questo processo di rapido passaggio al digitale, anche il mercato del lavoro si è trasformato, portando le aziende ad avere sempre più bisogno di trovare figure professionali nuove da integrare nei loro team. Tale trend è stato confermato anche dall’azienda gualdese Slope, che opera nel settore dello sviluppo software applicato al contesto dell’ospitalità.

Slope Srl nasce nel 2016 a Gualdo Tadino. Si tratta di una realtà estremamente dinamica con un solido business, che consiste nello sviluppo e commercializzazione dell’omonimo software gestionale per strutture alberghiere. Il software Slope è in rapida espansione sul mercato italiano e con la ripartenza del turismo post Covid sta riscuotendo un notevole successo.

L’azienda fondata da Marco Matarazzi e Andrea Sprega (gli stessi soci fondatori della software house Vendini Srl), sin dal giorno della creazione, è alla ricerca di personale da includere nei vari reparti aziendali. A Slope gli ambiti aziendali spaziano dall’ingegneria del software, al marketing, passando per il supporto tecnico, la formazione alberghiera e le vendite. Ciascuno di questi reparti richiede figure professionali con delle competenze mirate, ma soprattutto con delle caratteristiche che solo qualche anno fà proprio non esistevano.

Il mercato del lavoro è in costante evoluzionespiega Marco Matarazzi, CEO di Slope e in questo processo evolutivo repentino, le aziende hanno l’esigenza sempre più pressante di trovare figure professionali motivate da integrare nei loro team.
Il paradosso è che da una parte sentiamo di aziende che lamentano la dicoltà di trovare personale, mentre dall’altra abbiamo un tasso di disoccupazione ancora troppo alto in Italia e nel territorio gualdese
. Premetto subito che trovare la giusta figura da integrare in un team non è mai facile. Lo è ancor di meno quando le posizioni che offri non sono facilmente inquadrabili con una professione “classica”, passatemi il termine“.

Vige la regola secondo la quale si è alla ricerca di persone definibili “smart”, persone che vengono assunte sulla base della loro propensione e potenzialità, non tanto per la loro esperienza pregressa sull’argomento. Il lavoro in questo settore sta cambiando, diventando sempre meno basato sull’esperienza passata della persona e sempre più sulle sue potenzialità e voglia di mettersi in gioco.
Al momento
– prosegue l’imprenditore gualdese – siamo alla ricerca di ingegneri del software e programmatori, il nostro team è particolarmente sviluppato su questo ambito essendo il core business da cui siamo partiti. Ma siamo anche alla ricerca di figure tecniche in grado di configurare nuovi account del gestionale Slope aiutando gli hotel nostri clienti ad impostare a puntino il software. Queste figure si occupano inoltre di fornire assistenza e supporto quando gli albergatori hanno bisogno di aiuto per aspetti operativi ma anche consulenziali e strategici“.

Crediamo infatti – dice Matarazzi – che il supporto clienti debba essere estremamente qualificato e gestito internamente in azienda (non delegato presso aziende terze anche extra Europa). Questa professione del tecnico di supporto è un lavoro che si impara. Non esiste una scuola di formazione, bisogna essere svegli, motivati e propensi a studiare continuamente le novità del mondo dell’ospitalità. In linea di massima possiamo notare come in questi contesti lavorativi, un buon approccio e la voglia di mettersi in gioco diventano determinanti per aprire una posizione lavorativa che fino a qualche anno fa non sarebbe mai esistita”.

Dall’intervista emerge quindi come il mondo del lavoro sia cambiato velocemente negli ultimi anni, portando le aziende a ripensare la propria cultura lavorativa, consapevoli del fatto che la digitalizzazione è la nuova normalità.
Inoltre le aziende devono adeguarsi alle nuove tendenze di mercato: smart working, un ambiente di lavoro stimolante e il riconoscimento del valore della vita personale dei dipendenti rappresentano aspetti importanti su cui puntare.

Per coloro che fossero interessati a saperne di più su Slope e dare un’occhiata alle posizioni aperte, è possibile farlo attraverso questo link.

Articolo precedenteGualdo Tadino, arresto nella notte per detenzione di droga a fini di spaccio
Articolo successivoA Sigillo domenica 31 luglio “Aisha”, evento organizzato da Fantasyart
Gualdo News è il nuovo portale di informazione 2.0 della città di Gualdo Tadino.