Forza Italia: “La Regione pensa a Gualdo Tadino. Il PD vota contro!”

Pubblicità

Il gruppo consiliare di Forza Italia torna sulla notizia, annunciata da qualche settimana e ieri ratificata ufficialmente dalla Regione Umbria, dell’istituzione del nuovo indirizzo professionale per l’Istituto “Casimiri”, quello dei “Servizi per la sanità e l’assistenza sociale”.

“Una svolta nel panorama formativo di Gualdo – scrivono i consiglieri Fabio Viventi e Silvia Minelli – che per anni ha sofferto una contrazione nelle opportunità di scelta tra i nostri giovani. Ma veniamo ai fatti: tutta la maggioranza regionale ha votato compatta, il Movimento 5 Stelle ha votato contro, il PD regionale non ha partecipato alla votazione (tranne un esponente che ha espresso voto contrario). Oggi, nel contempo, il Sindaco Presciutti loda il risultato raggiunto citando il grande lavoro di squadra di tutte le istituzioni scolastiche, di tutti gli Enti preposti che hanno avallato tale scelta. Per poi chiudere, nel suo classico stile del ‘dire e non dire’, di preferire il lavoro ‘alle sterili polemiche e alla propaganda’”.

“Ci spieghi meglio, il Sindaco, a chi fa riferimento – si legge nel comunicato stampa di Forza Italia – Tanto per capire: la risoluzione sull’indirizzo scolastico è stato approvato dal Consiglio Comunale all’unanimità lo scorso agosto; chi ha tentato di mettere i bastoni tra le ruote è stato il suo partito a livello regionale, non partecipando alla seduta consiliare o votando contro. Quindi da quale parte è arrivata la polemica? Anche quando c’è unanimità deve per forza screditare l’avversario politico?”.

“Il quadro appare piuttosto chiaro: Presciutti non ha referenti regionali che lo supportano, ha un suo concittadino, il Vicepresidente Roberto Morroni che, senza fare clamori, lavora per il nostro territorio. Ergo, i suoi strumenti sono sempre quelli dell’attacco mediatico, nel definire strumentali e propagandistiche le posizioni altrui anche quando di questo non c’è traccia alcuna. Noi esultiamo per il risultato raggiunto, ebbene sì, con il contributo di tutti. Opposizione responsabile in Consiglio Comunale, lettura attenta delle esigenze del territorio in sede regionale, dove lui, al contrario di quello che vuol far credere, non suscita interesse nella sua parte politica. Il Calai sarà il prossimo terreno su cui confrontarsi molto a breve. Stia sereno il nostro Sindaco: anche in questo caso ci siamo messi tutti a disposizione della nostra Gualdo”.