A Gualdo Tadino una targa nel sito della prima abbazia di San Benedetto

Si terrà domenica 12 giugno alle ore 12.00, in via Riviera del Brenta a Gualdo Tadino, lo svelamento della targa che celebra il sito della prima abbazia di San Benedetto in fundo Gualdi. L’evento è patrocinato da Ente Giochi de le Porte e Comune di Gualdo Tadino.

L’incipit di questa storia, risalente ormai a più di mille anni or sono, può rassomigliare quasi ad un romanzo: siamo nell’anno 1008 e tra le fronde di una piana boscosa sorge una piccola chiesa. Siamo ai piedi dell’Appennino, nell’Umbria orientale, le maestose montagne guardano la folla che si sta radunando ai rintocchi d’una campana. Sarà in quel giorno che nascerà l’abbazia di San Benedetto, in una località chiamata Gualdo, in virtù della ricchezza boschiva del luogo, che vuole il termine derivato dal germanico wald, ovverosia bosco.

Se è vero che non abbiamo la completa certezza su come avvennero i fatti – le cronache non ci risultano completamente affidabili o esaustive – è certo che il luogo è tutt’altro che uscito da un romanzo, ed è attorno alla struttura che si andò nel tempo formando un abitato, come spesso accadeva in tutta la Penisola e oltre. La popolazione vedeva infatti nel chiostro un luogo di protezione, una fonte di lavoro e di sopravvivenza, ma infine anche un luogo da chiamare casa. E casa sarà per quelle genti, che presero a chiamare il villaggio con il medesimo termine della località su cui sorgeva la nuova abbazia: Gualdo, nome che nasce in quel frangente storico dunque, e che ci portiamo dietro ancora oggi, in una pesante eredità da custodire attentamente.

L’evento di domenica – scrivono dall’Ente Giochi de le Porte – è solo un primo passo verso la valorizzazione del sito medievale e la conservazione dei nostri beni storico-culturali, non in ultimo però, rappresenta anche la presa di coscienza del nome della città di Gualdo Tadino e del suo luogo natale, momento quindi di aggregazione e di riconoscimento per tutta la comunità“.

Articolo precedenteL’Umbria è tra le regioni dove nasceranno i distretti dell’idrogeno verde
Articolo successivoGualdo Tadino, riaperta la pista ciclabile
Gualdo News è il nuovo portale di informazione 2.0 della città di Gualdo Tadino.