Suoni Controvento, a Fossato di Vico aperitivo con degustazione e “La Notte dei Cantori”

Una prima settimana di eventi tra arte, musica e letteratura che hanno registrato un sold out dietro l’altro per Suoni Controvento, festival estivo di arti performative promosso da Aucma con il sostegno della Regione Umbria, della Fondazione Perugia, della Fondazione Cassa di Risparmio di Terni e di Sviluppumbria.

In scena arte con le inaugurazioni di esco Rosa e Andrea Mirra dell’Accademia di Belle Arti di Perugia, letteratura con la presentazione del libro “Qui dovevo stare” di Giovanni Dozzini e musica con il coinvolgente karaoke tour di Cimini, le sonorità soul, funk e echi africani di Lisa Manara e il primo concerto in quota di questa sesta edizione con Alessandro Mannarino che ha richiamato a Pian di Rolla più di tremila persone.

Il festival prosegue domani (28 luglio) alle 19 in piazza San Sebastiano a Fossato di Vico con “Benvenuti in fascia”, aperitivo con degustazione di prodotti tipici dell’Appennino umbro. Evento a ingresso libero realizzato in collaborazione con il Comune di Fossato di Vico e Confagricoltura Umbria.

La serata proseguirà poi alle 21 con “La Notte dei Cantori” con Fab Mayday, Nicola Cappelletti & i Maggiaioli della tradizione umbra.

Il progetto inedito di Antonello Lamanna mette al centro un connubio di tradizione musicale umbra e musica elettronica tra folk, jam session con dj, musicisti e suonatori tradizionali dell’Umbria. Una performance musicale che, per alcuni versi, potrebbe essere paragonata a quella della “Notte della Taranta”, con la differenza che i balli e i canti umbri non hanno ancora raggiunto la diffusione e la fama di quelli Salentini.

Ma se a guidare il concertone sarà un musicista-producer allora le cose cambiano: il proponimento unisce infatti il vasto repertorio musicale della tradizione musicale dell’Umbria con la maestria della musica elettronica guidata da Dj Fab Mayday.

In diverse zone del territorio umbro, e in particolare nella Fascia Appenninica, la musica popolare è ancora praticata e nei repertori musicali dei maggiaioli si possono apprezzare i cambiamenti o le permanenze nella trasmissione orale, le differenze tecniche di esecuzione, le differenze linguistiche, le interpretazioni personali, la percezione dei musicisti delle nuove generazioni e altro ancora.
Prevendite su TicketItalia. Evento realizzato in collaborazione con il Comune di Fossato di Vico e Voxteca.  

Venerdì 29 luglio Suoni Controvento arriverà a toccare il borgo di Scheggia e Pascelupo: all’Arco Etrusco alle 21 a esibirsi sarà il Jazz guitar duo composto da Matteo de Ambrosi e Lorenzo Pinoca del Conservatorio Morlacchi di Perugia. Repertorio standard jazz a cura di Di Matteo per l’evento a ingresso libero realizzato in collaborazione con il Comune di Scheggia e Pascelupo e il Conservatorio Morlacchi.

Inoltre, per tutta la durata del Festival, il gruppo Hera multiutility partner di Suoni Controvento, offre biglietti per eventi a pagamento della rassegna. Per usufruire dell’opportunità, occorrerà visitare la sezione dedicata sul sito Hera Comm Controvento (https://heracomm.gruppohera.it/eventi/suoni-controvento), scegliere l’evento che interessa e riempire l’apposito format. Inserendo nome cognome e indirizzo mail, si potrà ricevere il biglietto per lo spettacolo (fino a esaurimento).

Articolo precedenteSuoni Controvento, cancellato il concerto di Ermal Meta sul Monte Cucco
Gualdo News è il nuovo portale di informazione 2.0 della città di Gualdo Tadino.