Inserimento lavorativo di disoccupati. Dieci posti disponibili

Pubblicità

Il comune di Gualdo Tadino ha avviato un progetto di pubblica utilità per l’inserimento lavorativo di disoccupati privi di tutele. Il provvedimento è finalizzato a sostenere i cittadini maggiormente in difficoltà e a rischio povertà, attraverso l’esperienza di lavori socialmente utili correlati ad azioni di orientamento e ricerca del lavoro.

Il progetto di pubblica utilità, in cui saranno coinvolte dieci persone con più di 30 anni residenti nel comune di Gualdo Tadino, vede la collaborazione della cooperativa ASAD.

I destinatari devono rientrare nelle seguenti categorie: – essere disoccupati da più di 12 mesi e iscritti al Centro per l’impiego – non essere percettori di ammortizzatori sociali e sprovvisti di trattamento pensionistico – essere soggetti vulnerabili, disabili ai sensi della legge 68/1999 o soggetti svantaggiati ai sensi della legge 381/91 – avere la residenza nel Comune di Gualdo Tadino – avere un’età superiore ad anni 30 anni – possedere una certificazione ISEE inferiore ad euro 7.001,00.

Non sono ammessi soggetti che siano beneficiari di altre misure di sostegno al reddito. Successivamente verrà stilata una graduatoria per ogni profilo professionale dei lavori di pubblica utilità identificati dagli operatori dell’Ufficio della Cittadinanza e del Servizio Accompagnamento al Lavoro.
Oltre la presenza dei prerequisiti richiesti, si andrà a rilevare attraverso un colloquio conoscitivo, la motivazione personale ad intraprendere un percorso di lavoro.

Priorità verrà data ai richiedenti che hanno minori a carico, con ISEE più basso e di età più alta. Dopo la fase dell’orientamento individuale e dell’orientamento di gruppo seguirà l’azione dei lavori di pubblica utilità. Tali azioni avranno una durata complessiva di tre mesi con un orario settimanale di 15 ore.
Il lavoro di pubblica utilità avrà la durata di 180 ore (15 ore settimanali per 12 settimane), con le mansioni di pulizia, manutenzione e ascolto delle problematiche rilevate dalla popolazione residente e conseguente compilazione di un report da consegnare al Comune, lungo le vie e i vicoli che disegnano il percorso museale cittadino: Casa Cajani, chiesa monumentale di San Francesco, museo regionale dell’Emigrazione, museo opificio Rubboli, Rocca Flea, museo del Somaro compresi gli spazi interni ed esterni delle strutture museali. Svolgeranno le operazioni di formazione e tutoraggio i referenti delle squadre esterne degli operai comunali e dei Servizi Sociali

E’ prevista l’erogazione di un’indennità di frequenza di 400 euro mensili. Al termine del percorso il Comune rilascerà un attestato di frequenza. Il bando ed il modello di domanda sono disponibili presso l’ufficio Servizi Sociali del Comune di Gualdo Tadino e sul sito internet www.gualdo.tadino.it.

La domanda dovrà essere presentata all’Ufficio Protocollo o tramite PEC all’indirizzo ([email protected]) entro e non oltre il 15 marzo 2019 ore 13.00. Per informazioni è possibile contattare l’ufficio Servizi Sociali del Comune di Gualdo Tadino allo 075.9150235.