Interrogazione in consiglio regionale sul Calai: “La Regione confermi gli impegni”

Pubblicità

“Importante conoscere le intenzioni della Giunta Regionale e sapere se intende mantenere fede agli impegni presi con le previsioni di investimenti strutturali contenute nel Piano Regionale Sanitario 2019/21 per il recupero dell’area Ex Ospedale Calai di Gualdo Tadino, e incrementare le risorse già indicate”.

Questo è quanto chiedono i consiglieri Michele Bettarelli, Tommaso Bori, Simona Meloni, Fabio Paparelli e Donatella Porzi (PD), Andrea Fora (Patto Civico per l’Umbria), Vincenzo Bianconi (Gruppo Misto) con una interrogazione a risposta immediata.

“Abbiamo voluto fare nostro – dice Bettarelli, primo firmatario- il contenuto dell’ordine del giorno presentato dalle forze politiche di maggioranza del Comune di Gualdo Tadino e votato ieri all’unanimità dei presenti. Grave e ingiustificabile l’assenza delle forze politiche di minoranza che hanno disertato la seduta. E per testimoniare l’interesse politico istituzionale alla questione, io e i consiglieri Bori, Porzi e Fora abbiamo assistito ai lavori del Consiglio comunale. Per la cronaca –  aggiunge – era ‘assente per motivi istituzionali’ anche l’Assessore alla Sanità Luca Coletto, invitato a partecipare alla riunione”.

Il consigliere Bettarelli spiega che il progetto di ristrutturazione dell’area ex ospedale Calai approvato da Regione, Sovrintendenza e Consiglio Comunale di Gualdo Tadino “ricopre un’importanza strategica per l’assistenza socio-sanitaria del territorio Gualdese. E il progetto di Cittadella della Salute in cui la struttura è parte fondamentale potrebbe ora finalmente svilupparsi dopo un lungo contenzioso giudiziario con gli eredi Calai conclusosi nell’ottobre 2018. Occorre ricordare che questo progetto – aggiunge – oltre alla valorizzazione e rifunzionalizzazione  del comparto ex ospedale, prevede  il rafforzamento del ruolo e della funzione dell’EASP ‘A. Baldassini’ (residenze protette e rsa) e il recupero di Villa Luzi per destinarla a Centro Socio residenziale per adulti disabili (dopo di noi)”.

“Alla luce di tutto ciò – conclude Bettarelli – l’auspicio è che la risposta della Giunta Regionale a questa nostra interrogazione sia un impegno chiaro rivolto alla conferma degli investimenti indicati nel piano sanitario 2019/21, prevedendone anche un incremento che consegnerebbe ai cittadini di Gualdo Tadino la possibilità di fruire di servizi più funzionali ed efficaci”